QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

 

 

DELIBERA N° 556

DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO DEL 14 DICEMBRE 2018

 

OMISSIS

 

PUNTO N. 6

Criteri di iscrizione per a.s. 2019-2020

 

OMISSIS

 

IL CONSIGLIO D’ISTITUTO CON DELIBERAZIONE N. 556

 

  • Tenuto conto che le circolari ministeriali inerenti alle iscrizioni stabiliscono che “qualora le richieste di iscrizione fossero in eccedenza, le scuole devono definire i criteri di precedenza nella ammissione, mediante delibera del Consiglio d’Istituto”;

 

  • Adottato il Patto per la scuola del Comune di Ravenna e di quanto in esso stabilito, che è parte integrante della presente delibera a cui ci si atterrà per regolamentare la richiesta di iscrizione ai vari istituti;

 

  • Fermo restando che il numero degli alunni delle sezioni e classi che accolgono bambini diversamente abili, opportunamente documentato, non deve superare il numero delle unità fissato dalla normativa vigente e, qualora ve ne siano le condizioni, detto numero potrà essere mantenuto il più basso possibile, anche in relazione alla gravità della disabilità;

 

  • Fermo restando che il numero massimo di alunni che possono essere accolti nelle sezioni di scuola nell'infanzia, nelle classi di scuola primaria e secondaria è quello consentito:
    • dal n. delle classi e dell’organico assegnato al plesso
    • dalla capienza delle aule
    • dalla normativa vigente all’atto delle iscrizioni

 

D E L I B E R A

 

all’unanimità,

 

di approvare i seguenti criteri per le iscrizioni degli alunni:

 

Scuola Primaria

 

Per regolamentare la richiesta di iscrizioni ci si atterrà  ai criteri stabiliti dal Patto per la Scuola del Comune di Ravenna - Protocollo di Intesa fra Amministrazione Comunale, Ufficio Scolastico Provinciale e Dirigenti scolastici

 

Si devono iscrivere alla classe prima i bambini che compiono i sei anni entro il 31 dicembre dell’anno scolastico di riferimento; possono iscriversi anche coloro che  compiono sei anni di età entro il  30 aprile  dell’anno scolastico di riferimento, salvo diverse disposizioni normative.

Le iscrizioni verranno accolte secondo i seguenti criteri di precedenza:

 

  1. Alunni residenti nell’ambito territoriale del plesso regolari di età con precedenza per:
    • alunni con fratelli già frequentanti il medesimo plesso
  2. Alunni residenti nell’ambito dello stradario dell’Istituto regolari di età con precedenza per:
    • alunni con fratelli già frequentanti il medesimo plesso

 

Qualora un genitore  di un alunno chieda l’iscrizione ad un plesso diverso rispetto a quello di stradario (appartenente comunque all’Istituto), ma ci sia disponibilità di posti nel plesso di appartenenza, la richiesta verrà presa in considerazione solo se esiste il criterio di precedenza indicato o qualora il n. degli iscritti nel plesso richiesto sia insufficiente per l’attivazione della classe, fermo restando che il numero degli alunni nelle classi dei due plessi deve essere equilibrato.

In caso contrario l’iscrizione avviene automaticamente nel plesso   di appartenenza.

Qualora le classi di un plesso non potessero ospitare tutti i bambini  di altri  plessi che ne avessero fatto richiesta e tutti gli alunni si trovassero nelle stesse condizioni si procederà con il sorteggio.

 

  1. Alunni residenti fuori stradario dell’Istituto, previa valutazione al Tavolo interistituzionale, secondo quanto previsto dal Patto per la scuola

 

  1. Alunni che compiono i 6 anni di età entro il 30 aprile dell’ anno scolastico di riferimento (anticipatari) residenti nell’ambito territoriale del plesso con precedenza per:
  • alunni con fratelli già frequentanti il medesimo plesso

 

Successivamente,  per la definizione degli aventi diritto all’inserimento nelle classi a Tempo Pieno ,   verranno tenute in considerazione le seguenti priorità:

 

  1. Bambini che abbiano compiuto regolarmente i 6 anni entro il 31 dicembre dell’anno sc. di riferimento con residenza nel bacino d’utenza del plesso o nell’ambito dell’Istituto con fratelli già frequentanti classi a TP del plesso;

 

  1. bambini che abbiano compiuto regolarmente i 6 anni entro il 31 dicembre dell’anno sc. di riferimento con residenza nel bacino d’utenza del plesso;

 

  1. bambini da fuori stradario che abbiano compiuto regolarmente i 6 anni entro il 31 dicembre dell’anno sc. di riferimento con fratelli già frequentanti classi a TP di quel plesso;

 

  1. bambini che abbiano compiuto regolarmente i 6 anni entro il 31 dicembre dell’anno sc. di riferimento con residenza nell’ambito  dell’Istituto;

 

  1. bambini che abbiano compiuto regolarmente i 6 anni entro il 31 dicembre dell’anno sc. di riferimento da fuori stradario

 

  1. Bambini che compiono i sei anni di età entro il  30 aprile  dell’anno scolastico di riferimento (anticipatari).

 

Per ciascuna delle tipologie sopra elencate verranno presi in considerazione i seguenti criteri di precedenza:

 

  1. presenza in famiglia di un solo genitore
  2. attività lavorativa documentata di entrambi i genitori
  3. numero dei figli in età scolare (dai 3 ai 14 anni)
  4. A parità di condizioni si procederà con il sorteggio degli aventi diritto

 

 

Le domande degli alunni in situazione di disabilità verranno valutate di volta in volta, dal dirigente scolastico,  a seconda delle condizioni organizzative generali che si verificheranno di anno in anno e l’inserimento dell’alunno avverrà nel plesso e nella classe ritenuti più congruenti e rispondenti ai suoi bisogni.

Criteri per l’iscrizione alla Scuola Secondaria

 

Per regolamentare la richiesta di iscrizioni ci si atterrà  ai criteri stabiliti dal Patto per la Scuola del Comune di Ravenna - Protocollo di Intesa fra Amministrazione Comunale, Ufficio Scolastico Provinciale e Dirigenti scolastici

 

Al fine di garantire stabilità nell’organizzazione scolastica, potrà essere formata, subordinatamente ad un n. adeguato di richieste, UNA SOLA  classe con tempo scuola di 30 ore con sabato a casa e due rientri pomeridiani.

La classe avrà come seconda lingua spagnolo.

In caso di un eccessivo n. di richieste  per il suddetto tempo scuola, verranno seguiti i seguenti criteri:

 

  1. Alunni con residenza nell’ambito dell’Istituto con fratelli già frequentanti classi con la stessa organizzazione oraria;

 

  1. Alunni da fuori stradario previa valutazione al Tavolo interistituzionale, secondo quanto previsto dal Patto per la scuola, con fratelli già frequentanti nell’anno scolastico di riferimento classi con la    stessa organizzazione oraria.

 

  1. Alunni con residenza nell’ambito dell’Istituto.

 

 

Per ciascuna delle tipologie sopra elencate verranno presi in considerazione i seguenti criteri di precedenza:

 

  1. presenza in famiglia di un solo genitore
  2. attività lavorativa documentata di entrambi i genitori
  3. numero dei figli in età scolare (dai 3 ai 14 anni)
  4. a parità di condizioni si procederà con il sorteggio degli aventi diritto

 

L’alunno non accolto al tempo scuola con sabato a casa per insufficienza di posti verrà considerato fra gli alunni delle classi a tempo normale di sei giorni con 2^ lingua spagnolo.

 

 

Si deve garantire, al fine di rispettare i vincoli di organico, la formazione di almeno 3 classi con seconda lingua francese e tre classi con seconda lingua spagnola. Qualora il n. di richieste per una delle due lingue comunitarie sia eccedente  e impedisse la formazione di classi con n. di alunni equilibrato si procederà nel seguente modo:

 

  1. Alunni con residenza nell’ambito dell’Istituto con fratelli già frequentanti classi con la stessa lingua comunitaria;

 

  1. Alunni da fuori stradario previa valutazione al Tavolo interistituzionale, secondo quanto previsto dal Patto per la scuola, con fratelli già frequentanti nell’anno scolastico di riferimento classi con la    stessa lingua comunitaria;

 

  1. Sorteggio ad esclusione degli alunni per il quale non è stato possibile accogliere la richiesta con tempo scuola di 5gg che verranno considerati fra gli alunni con 2^ lingua spagnola e di coloro che avevano chiesto il corso musicale e non sono stati accolti che verranno considerati fra gli alunni con 2^ lingua francese.

 

Le domande degli alunni in situazione di disabilità verranno valutate di volta in volta, dal dirigente scolastico,  a seconda delle condizioni organizzative generali che si verificheranno di anno in anno e l’inserimento dell’alunno avverrà nella classe ritenuta più congruente e rispondente ai suoi bisogni.

 

 

Criteri di ammissione al corso ad indirizzo musicale

 

Prova orientativo-attitudinale per l’ammissione alla classe di strumento

(art.2 D.M. n. 201 del 6 agosto 1999)

 

Al Corso ad Indirizzo Musicale si accede tramite prova orientativo-attitudinale, preparata e valutata da apposita commissione composta da un docente di ed. musicale e dai docenti di strumento.

I docenti che hanno rapporti di parentela o di affinità con i candidati dovranno dichiararlo a verbale e astenersi dal presenziare alle loro prove e alla loro valutazione.

La prova permette di conoscere le motivazioni e valutare la predisposizione musicale dei candidati – essenziali elementi del “fare musica” – indipendentemente da un’eventuale preparazione specifica.

Non è pertanto richiesta una pregressa competenza musicale.

 

 

Contenuti del test attitudinale

 

  1. BREVE COLLOQUIO – il candidato verrà invitato ad esporre le proprie motivazioni ed aspettative nei confronti della partecipazione al corso musicale. Verrà chiesto l’ordine di preferenza in merito alla scelta dello strumento e tutti gli strumenti dovranno essere indicati secondo l’ordine scelto dal candidato dal primo al quarto.
  2. ACCERTAMENTO DEL SENSO RITMICO – la prova si baserà sull’esecuzione di semplici ritmi. Verranno proposti brevi incisi ritmici di difficoltà progressiva, che il candidato ripeterà per imitazione. Si valuteranno il senso ritmico, le capacità di attenzione, di ascolto e di riproduzione
  3. ACCERTAMENTO DELLE ALTEZZE DEI SUONI – la prova consiste nel discriminare le altezze dei suoni (acuti e gravi). Verranno proposte alcune (almeno 3) coppie di suoni e il candidato dovrà riconoscere quali dei due suoni è più acuto o più grave.
  4. OSSERVAZIONE DELLE CAPACITA’ VOCALI – verrà proposto al candidato di cantare una canzone a sua scelta. La commissione proporrà poi dei brevi incisi melodici che il candidato dovrà riproporre per accertare la sua capacità di intonazione, ascolto, riproduzione e concentrazione.
  5. ACCERTAMENTO DELLA PREDISPOSIZIONE FISICA ALLO STRUMENTO – Verrà esaminata l’idoneità fisica specifica richiesta per suonare un determinato strumento ( labbra, mani, capacità articolari e costituzione fisica).
  6. Eventuale esecuzione musicale (per candidati che sanno già suonare uno strumento). L’esecuzione facoltativa di un brano verrà accettata solo se richiesta dal candidato e sarà valutata tenendo conto solo delle attitudini musicali, indipendentemente dalle esperienze pregresse.

Nel caso di alunni con disabilità, non in contrasto con quanto stabilito al punto 5, la commissione proporrà prove adeguate con l’obiettivo di valutare le specifiche attitudini musicali.

 

Punteggio delle prove

 

Il punteggio massimo raggiungibile è 120 riferito alle prove declinate nei punti 2,3 e 4 come indicato nei CONTENUTI DEL TEST ATTITUDINALI. L’ assegnazione del punteggio, relativamente a ciascuna prova, avverrà secondo i seguenti criteri:

  • ACCERTAMENTO DEL SENSO RITMICO – votazione da 10 a 40
  • ACCERTAMENTO DELLE ALTEZZE DEI SUONI - votazione da 10 a 40
  • OSSERVAZIONE DELLE CAPACITA’ VOCALI - votazione da 10 a 40

 

Il punteggio corrisponde ai seguenti criteri:

punteggio = 0 - 10 prova mediocre

punteggio = 11- 20 prova sufficiente

punteggio = 21 - 30 prova buona

punteggio = 31 - 40 prova ottima

 

Conclusione

Per ogni prova verrà assegnato un punteggio, la cui somma darà luogo ad una graduatoria da cui attingere fino al n. massimo di alunni previsto per l’attivazione di una classe. Al fine di assegnare lo strumento più consono al candidato, la commissione terrà conto di tutti gli elementi sopra citati. E’ importante che vi sia una piena disponibilità allo studio di qualsiasi strumento proposto da parte del candidato. Nel caso che il candidato non venisse soddisfatto nella sua prima scelta, in base alla posizione della graduatoria, si passerà all’attribuzione dello strumento in base alle preferenze indicate (seconda, terza o quarta scelta). Questo per rispettare la distribuzione omogenea dei candidati nelle quattro classi di strumento.

Qualora il n. degli alunni ammessi superi il massimo n. di alunni consentito per classe, si procederà secondo la graduatoria e a parità di punteggio si procederà con il sorteggio.

 

Le domande degli alunni da fuori stradario che non risultassero in posizione utile per l’ammissione alla classe musicale verranno  inviate alla scuola di competenza.

 

L’alunno di stradario non accolto  al corso musicale verrà considerato fra gli alunni delle classi a tempo normale di sei giorni con 2^ lingua francese.

 

Esclusi e rinunce

In caso di ripescaggio dovuto a rinunce, trasferimenti o altro di uno dei candidati ammessi al corso si procederà seguendo l’ordine della graduatoria definitiva. In caso di parità di punteggio, si valuterà l’equilibrata distribuzione degli strumenti nelle quattro classi strumentali. In caso di ulteriore parità si procederà con il sorteggio.

 

IL GIUDIZIO FINALE DELLA COMMISSIONE E’ INAPPELLABILE

N.B. le prove attitudinali avranno luogo presso i locali della scuola secondo un calendario che sarà reso noto e pubblicato nei locali e sul sito della scuola. Le prove attitudinali si svolgeranno a porte chiuse.

La classe ad indirizzo musicale avrà, come seconda lingua comunitaria, francese.

 

 

OMISSIS

 

                                                 IL SEGRETARIO DEL C. di I.                                          IL PRESIDENTE DEL C. di I.

                                                      F.to Luisa Babini                                                             F.to Daniele Stella

 

 

                                                                                  IL DIRIGENTE SCOLASTICO REGGENTE

                                                                                                 F.to Nadia Gardini

 

In primo piano

Autonomia

Autonomia Scolastica

25 Giu, 2018

L'autonomia scolastica quale fondamento per il successo formativo di ognuno.

Obbligo di presentazione della documentazione vaccinale

Obbligo di presentazione della documentazione vaccinale

20 Mar, 2018

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha inviato al nostro…

URP

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "San Biagio" Ravenna
Via Celso Cicognani, 8 – 48123 RAVENNA
Tel: 0544464469
PEO: RAIC82000R@istruzione.it
PEC: RAIC82000R@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. RAIC82000R
Cod. Fisc. 92001630398
Fatt. Elett. UFXRBL